Progetto Giovani

 

Programma 2013

Città viva

Vorremmo dare un’impronta più culturale che botanica alla nostra città, mirando alla realizzazione di poche ma valide proposte, grazie all’intraprendenza e lo spirito di noi giovani.

Il nostro scopo è quello di portare una ventata di innovazione, capace di far riavvicinare tutti i sandonatini alla vita della comunità, tramite la realizzazione dei seguenti punti:

  • Utilizzo più intenso di Piazza Indipendenza e degli spazi pubblici per ospitare eventi musicali e artistico-culturali. È ponderabile l’organizzazione di più “festival” di natura diversa in svariati periodi dell’anno.
  • Utilizzo dell’area fieristica lungo il corso dell’anno, mediante l’introduzione di un sistema simile al Borough Market e lo sviluppo di un’area commerciale per prodotti a “Chilometri zero”. Tali spazi saranno usati inoltre per allestire eventi ricreativi, di interesse culturale o territoriale. [Questo punto integra il programma del candidato sindaco Gianni Corradini]
  • Potenziamento dell’utilizzo delle palestre di scuole elementari e medie: attualmente questi istituti le affittano ad associazioni sportive. Sfruttando al meglio gli orari liberi, sarà possibile attivare anche vari altri tipi di attività.
  • Rivitalizzazione delle aree verdi e incentivazione del gioco all’aria aperta. Per la realizzare questa iniziativa sarà necessaria dapprima una campagna di sensibilizzazione verso i genitori e a seguire, l’istituzione di un sistema di controllo e sorveglianza. Verrà considerata, inoltre, la possibilità di coinvolgere associazioni di animazione già esperte in questo ambito.
  • Realizzazione di uno spazio pubblico da dedicare interamente all’espressione creativa, sfruttando possibilmente le strutture già esistenti. Al loro interno, saranno allestite attività regolari di lettura pubblica (per tutte le fasce d’età), dibattiti intorno a svariati temi, cineforum, presentazione e/o esposizione di scritti, quadri, foto ecc. [Anche in questo caso sarà utile considerare l’attuale zona fieristica come possibile sito]
  • Introduzione di una copertura “Wi-Fi” in Piazza Indipendenza, nel polo scolastico e nei principali centri di aggregazione.
  • Accordi con le agenzie di trasporti per l’introduzione di servizi più efficienti e collimanti con le necessità dei giovani. Particolare attenzione verrà data alle tratte frequentate da studenti e pendolari, specie se extraurbane, e al collegamento delle frazioni al centro cittadino.

Scuola e lavoro

Vogliamo un comune più vicino ai problemi degli studenti, che sappia affrontarli in modo rapido ed efficace. Inoltre miriamo a offrire, attraverso un sistema di informazione, un veloce sistema di inserimento al mondo del lavoro.

  • Incentivi per giovani imprenditori: tramite la terza edizione del bando “Crea lavoro” della Regione Veneto, sarà elaborato un piano economico che preveda la costituzione di un’impresa giovanile a capitale pubblico. Il bando richiede un progetto adattabile alla flessibilità occupazionale, spiegato nel dettaglio al punto successivo.
  • Istituzione di cooperative professionali: centri di aggregazione per neo-diplomati, neo-laureati e giovani lavoratori che condividono percorsi formativi e lavorativi simili. La lista provvederà a mettere in contatto la cooperativa con le aziende operanti nel territorio allo scopo di creare una collaborazione che avvantaggi entrambe le parti: da un lato le aziende potranno richiedere prestazioni di servizi, dall’altra i progetti saranno realizzati dai giovani lavoratori. In questo modo i giovani accumuleranno esperienza lavorativa in vista di una futura assunzione, ricevendo eventualmente una minima retribuzione. Le aziende inoltre risparmieranno sui costi di realizzazione in quanto tali progetti, se affidati a professionisti, richiederebbero compensi superiori. La cooperativa verrà costituita come associazione facente capo a un giovane o a un gruppo di giovani in età compresa tra i 18 e i 35 anni.
  • Istituzione di un sistema di ripetizioni gratuite, i cui dipendenti saranno coordinati e retribuiti dal Comune tramite l’emissione di voucher.
  • Promozione di eventi sportivi e culturali che stabiliscano legami tra gli istituti superiori del sandonatese.
  • Semplificazione delle pratiche burocratiche mediante la digitalizzazione delle procedure maggiormente richieste dai cittadini. In questo modo sarà possibile presentare in comune dei documenti già compilati e ridurre di conseguenza i tempi di attesa.

Città solidale

Aspiriamo ad una città più attenta alle problematiche sociali come l’integrazione dei giovani immigrati e la dispersione scolastica, e che sappia inoltre incentivare attività sportive e culturali , favorendo partecipazione e sostegno comune da parte dei cittadini.

  • Istituzione di un Ufficio Giovani comunale, avente le seguenti funzioni:
    • Macchina organizzativa per gli studenti (eventi culturali e sportivi);
    • Gestione attività post-scuola;
    • Punto d'ascolto.

  • Ottimizzazione degli orari e dei servizi dell’aula studio universitaria.
  • Problema della dispersione scolastica: incremento dei servizi di collaborazione scuola-famiglia con lo scopo di aiutare i giovani studenti nel percorso formativo.
  • Immigrazione e apprendimento della lingua italiana: potenziamento dei corsi di formazione per gli studenti stranieri, integrati con lezioni di educazione civica.
  • Incentivazione di corsi obbligatori di pedagogia per insegnanti: questi attualmente risultano facoltativi e ciò causa gravi conseguenze a livello didattico, come ad esempio l’incapacità di stimolare correttamente gli studenti e di trattarli in modo egualitario.

l presente sito non costituisce testata giornalistica e la diffusione di materiale interno al sito non ha comunque carattere periodico ed è condizionata alla disponibilità del materiale stesso.
Copyright © 2010-2013 Passaparola Nel Veneto Orientale. Tutti i diritti riservati.