Lunedì, 20 Dicembre 2010 21:27

TAV

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
TAV: ostacolo o opportunità per lo sviluppo del Veneto Orientale?

Indipendentemente dalla questione TAV si o TAV no, vorremmo sapere dai programmatori (politici e non), se esiste un piano di sviluppo del Veneto Orientale e in che modo la TAV verrà ad interferire su questo piano. Solo una volta chiarito questo punto sarà possibile dare un giudizio di merito sull’argomento.

Pensiamo che il discorso sulla TAV debba essere affrontato secondo una logica più ampia di quella campanilistica della difesa del proprio piccolo territorio. L’attraversamento della nostra terra sicuramente avrà delle ripercussioni su tutte le attività economiche locali ed è anche di questo che pensiamo si debba discutere. Insomma opportunità di sviluppo o motivo di decadimento?

E ancora: se riteniamo che queste infrastrutture siano fondamentali per lo sviluppo del trasporto europeo, come è possibile armonizzare il consumo di territorio con la realizzazione di opere di siffatta importanza? Su argomenti di tale portata, auspichiamo che le decisioni siano condivise e non imposte.

Stiamo raccogliendo i pareri di politici e personalità economiche locali per discuterne insieme cercando non solo di conoscere ma di interagire attivamente su quale futuro avrà il nostro Veneto Orientale.

Letto 11942 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Aprile 2011 19:18

Commenti  

+1 #6 cucù 2011-03-23 21:10
...non è mai troppo tradi per parlare, per proporre, per manifestare la propria opinione a favore o contraria che sia, purchè propositiva, atta a costruire a far capire che ci siamo che esistiamo, che chi governa su nostra delega è osservato e controllato, che ha sempre una grande possibilità, quella di ritornare a lavorare per sé stesso nel momento in cui non ci rappresenta più.
+4 #5 Federico 2011-02-04 16:07
Non badate a quello che dicono i giornali ed i politici che o non sanno oppure ci guadagnano nell'opera!
Rispondete a questo:

Devi completare il Corridoio V, hai di fronte 2 possibilità (che all'Europa vanno bene entrambe):

1) spendere 1Miliardo nell'ammodernam ento e destinare gli altri 5 Miliardi al trasporto locale, che rappresenta il 90% dell'utenza (corto-medio raggio), tipo comprando i treni x la metropolitana regionale?
2) spendere 6 Miliardi nella costruzione di nuovi binari ed agevolare i viaggiatori a lunga percorrenza, ossia il restante 10% e comprargli i nuovi treni per andare a Kiev?

Se fossero soldi vostri, cosa fareste?
+1 #4 Arianna 2011-02-03 22:09
Considerando comunque che le lotte contro il TAV in Val di Susa sono partite e rimaste costantemente vive fin dai primi anni '90, nel 2006 il Governo italiano presieduto da Romano Prodi, in seguito alle fortissime pressioni dei cittadini residenti in valle di Susa, ha deciso di stralciare il progetto della nuova linea ferroviaria Torino-Lione dalla “Legge Obiettivo”.
Nel contempo il governo italiano ha costituito un Osservatorio tecnico per valutare in dettaglio la sussistenza di ragioni per le quali questa opera deve essere realizzata. Diciamo che da qui l'opera è stata declassata e ora non è più una infrastruttura prioritaria e i lavori non sono mai stati avviati!
+3 #3 Federico 2011-01-31 15:30
E a quelli contenti che le cose siano "imposte", rispondo che il problema è proprio il metodo dei politici che NON vogliono discutere con le gente.

Esistono assemble popolari, tavoli di concertazione e mille strumenti che pero' non vogliono usare perchè "vogliono fare".
#2 marco 2011-01-30 15:49
Concludo correggendo la la frase da me scritta in maiuscolo: esprimo la mia NETTA CONTRARIETA’ AL TRACCIATO IM-POSTO
Saluti
+4 #1 Federico 2011-01-28 15:04
Ormai è tardi per discutere, hanno ottenuto quello che volevano.
Discutere su cosa, il progetto pagato 5milioni di Euro che non si puo' modificare?

E' per questo che è nato il comitato NO TAV Venezia - Trieste, riusciremo a fermare questa opera mangia-soldi e mangia-territor io a favore di un'economico e non -impattante ammodernamento della linea,
così da completare questo famoso Corridoio V senza spendere miliardi di Euro.
https://notavveneziatrieste.wordpress.com/

l presente sito non costituisce testata giornalistica e la diffusione di materiale interno al sito non ha comunque carattere periodico ed è condizionata alla disponibilità del materiale stesso.
Copyright © 2010-2013 Passaparola Nel Veneto Orientale. Tutti i diritti riservati.